COMUNICAZIONE SOCI ASSEMBLEA 2014

Cari soci,

il 10/5 u.s. si è tenuta la consueta assemblea per l’approvazione del Bilancio 2013, che troverete come sempre sul sito wwwcassamutuabancatoscana.it.

Con l’occasione è stato fatto il punto con gli intervenuti dell’attività svolta nel 2013:

riorganizzazione della Cma con un gruppo di volontari che garantisce la presenza e l’operatività 5 giorni la settimana (prevalentemente la mattina )

aggiornamento dei supporti informatici e revisione del sito internet

assistenza Handicap e fondo perduto

check up

rimborso a riparto su franchigie sostenute sulla polizza sanitaria e fisioterapie.

Si è conclusa positivamente, come precedentemente comunicato,  anche l’assemblea straordinaria per le modifiche dello statuto, che hanno consentito di recuperare i colleghi ceduti dal 2009 in poi e di mantenere iscritti i soci ceduti e passati alla soc. Fruendo, che erano presenti in delegazione per esprimere la loro soddisfazione.

Nell’ambito dell’attività in corso per il 2014 il consiglio ha ribadito la delibera per il rimborso a riparto delle franchigie e fisioterapie, che sono in lavorazione in questi giorni.

Sempre con l’obiettivo del sostegno alle famiglie in ambito sanitario è stata recentemente siglata una convenzione con rete Pass (ex Humanitas Scandicci) con sedi ubicate non solo nell’area fiorentina che consente  ai nostri soci di prenotare direttamente tramite la Cassa accertamenti diagnostici a prezzi favorevoli e con una tempistica molto rapida. (per i dettagli Vi invitiamo a consultare il sito web).

Dal dibattito è emersa la necessità della verifica della congruità della quota sociale, anche in vista di un bilanciamento di un calo in prospettiva dei rendimenti del capitale investito, insieme alla diversificazione degli investimenti con attività di carattere sociale, sempre in linea con gli scopi  previsti dallo statuto,  che diano visibilità alla CMA sul territorio.

Sono in corso contatti e approfondimenti con un consorzio di Casse Mutue (Comipa) con l’obiettivo di trovare soluzioni per l’integrazione delle prestazioni delle polizze sanitarie esistenti.

In ogni caso l’Assemblea ritiene necessario percorrere iniziative di autofinanziamento della CMA che ne consentano l’autonomia anche per il futuro.

Vi terremo informati sulle iniziative che verranno di volta in volta intraprese.